Salta al contenuto

22 dicembre 2023


  Ξ Gennaro Agrillo » Salotto Napoletano » 22 dicembre 2023  


Cappella della Pietà de’ Turchini
Giuseppe De Vittorio e Rosario Totaro (tenori)
Antonio Florio (direttore d’orchestra)
LA SANTA ALLEGREZZA
(dall’arrangiamento del maestro Roberto De Simone di un brano del XVII secolo)

Nuje cantammo la santa allegrezza
Maria bellezza maggiore ce dà
Se l’è ‘ncarnato il Verbo di Dio
Lasciando a Maria la verginità

Cosa importante, cosa importante
Lu Patre, lu Figlio e lo Spirito Santo
Cosa importante, cosa importante
Lu Patre, lu Figlio e lo Spirito Santo

Quanno tu gravida fuste Regina
Lu cielo de’ santi faciste stupire
Quanno l’intisi Giuseppe devoto
Cercava ‘nu luogo per partorire

Cosa nce prega, cosa nce prega
Giuseppe e Maria ce cercan la fede
Cosa nce prega, cosa nce prega
Giuseppe e Maria ce cercan la fede

E San Giuseppe patriarco supremo
Pe’ dare lu fieno ne apre la mano
E si nun era la mano de Dio
Lu cielo sereno pe’ letto ne avria

Dove reposa, dove reposa
È la bellezza de tutte li cose
Dove reposa, dove reposa
È la bellezza de tutte li cose

Quanno in viaggio la coppia si mise
‘N’angelo scende dal gran Paradiso
P’accumpagnarcelo passo pe’ passo
E per difenderla da Satanasso

Verbo di Dio, Verbo di Dio
Quanno in viaggio si mise Maria
Verbo di Dio, Verbo di Dio
Quanno in viaggio si mise Maria

Ma gran pericolo deve passare
La Vergine bella del cielo e del mare
E se un serpente il piede l’arresta
La Verginella ci schiaccia la testa

Luce la strata, luce la strata
Dudici stelle Maria è ‘ncurunata
Luce la strata, luce la strata
Dudici stelle Maria è ‘ncurunata

Po’ nel cammino per farla passare
S’aprono pure le onde del mare
Cantano tutte le acque del mondo
Per questa vergine bella e gioconda

Luce divina, luce divina
Quanno Maria sopra all’acqua cammina
Luce divina, luce divina
Quanno Maria sopra all’acqua cammina

E San Giuseppe dal giglio d’argento
Va con la sposa nel freddo e nel vento
E quando il vento si sente cchiù forte
Bussa Giuseppe a tutte li porte

Fa l’addimanda, fa l’addimanda
Ma nun c’è posto a chesta locanda
Fa l’addimanda, fa l’addimanda
Ma nun c’è posto a chesta locanda

Soffre Maria e la mano ce tremma
Quanno n’arrivano a Betlemme
Per questa coppia che il freddo l’agghiaccia
Tutti ci chiudono la porta ‘nfaccia

‘Mmiezo a la via, ‘mmiezo a la via
Nasce il mistero del Verbo di Dio
‘Mmiezo a la via, ‘mmiezo a la via
Nasce il mistero del Verbo di Dio

E in mezzo al cielo Maria tutta pura
E sotto i piedi ci spunta la luna
Vergine bella che andasti e venisti
Pe’ gghire truvanno la croce de Cristo

Per redenzione, per redenzione
E dell’umana generazione
Per redenzione, per redenzione
E dell’umana generazione