Suzanne – Leonard Cohen & Edward Hopper

Perchè Suzanne è un’anima libera che continua a viaggiare da un posto all’altro del mondo.
Lascerà sempre qualcosa alle sue spalle.
Ovunque si fermerà, inizierà sempre una nuova vita. E troverà quello che desidera.
Ma il suo spirito libero la porterà a lasciare quel nuovo posto dove ha trovato una serenità che non è riuscita a colmare la sua anima.
In ogni luogo ti prenderà per mano accompagnandoti verso le rive dei fiumi, degli oceani.
E tu ti innamorerai di lei e la seguirai come avresti seguito Gesù.
La inseguirai.
Ma nessun posto del mondo soddisferà la sua voglia di libertà e di amore.
Continuerà a viaggiare, ma sa che l’infinito esiste solo per l’anima.
E quando, sempre con le valigie pronte a partire, avrà terminato il suo ultimo viaggio, guarderà la vetrina di un antiquario, dove saranno in vendita i suoi ricordi.
E tu sarai lì, seduto sul marciapiede, disperato e con la speranza di non rivederla più, ad attenderla e stringere per sempre la sua mano.

  • http://lazzaronapoletano.it Gennaro Agrillo

    Conosco bene il testo di Leonard Cohen . . . ma nel vedere, in quell’ordine, le opere di Edward Hopper, la mia mente è andata oltre.